29
OTT
2018

Zootecnia

FIERAGRICOLA E CLAL: TRE DOMANDE SUL SETTORE LATTIERO CASEARIO

Verso la rassegna internazionale dell’agricoltura, in programma dal 29 gennaio all’1 febbraio 2020 a Veronafiere.

Fieragricola, rassegna internazionale dedicata all’agricoltura in programma a Verona dal 29 gennaio all’1 febbraio 2020, presenta tre grafici elaborati da Clal.it, portale di riferimento a livello mondiale, e pone tre domande sul futuro del settore lattiero caseario.


Cede l’export Ue-28. Le esportazioni lattiero casearie diminuiscono del 2,1% su base tendenziale fra gennaio e agosto 2018 (Grafico 1). Aumentano, invece, le consegne di latte. più latte, meno export. Quale sarà l’effetto sul prezzo di questa combinazione nelle prossime settimane? Come rilanciare l’export?
 



Brexit e burro. Confrontando i prezzi mondiali del burro (Grafico 2), oggi si registra un divario sensibile fra i listini dell’Oceania (3.701 €/ton), Stati Uniti (4.311 €/ton) e Germania (4.740 €/ton). Qualora non si trovasse un accordo sulla Brexit e se i prezzi dovessero mantenere queste differenze, al Regno Unito dove converrebbe acquistare il burro? Nella vicina Unione europea? O magari altrove? Certo, bisognerà tenere presente eventuali dazi.
 


 

Latte: l’autosufficienza italiana. Dal 31 marzo 2015, fine del regime delle quote latte, l’autosufficienza dell’Italia in materia di latte vaccino è cresciuta dell’8%, arrivando intorno all’84 per cento (Grafico 3).
 

 

Senza le quote e con un mercato per ora stabile, come evolverà la situazione? Crescerà ancora l’autosufficienza italiana? Come reagiranno filiere e mercato?

 

Fonte: Fieragricola News

Previous

AVICOLTURA: UNAITALIA INCONTRA IL MINISTRO CENTINAIO

Next

ASSOGRASSI, FIESA-CONFESERCENTI, CIA, CONFAGRICOLTURA,...