05
FEB
2018

Zootecnia

ANARB PRESENTE E FUTURO CON UNA MOSTRA NAZIONALE SUPERLATIVA

Risultati selettivi da record nello show della 50° Mostra nazionale del Libro genealogico della razza Bruna. Nirvana x Picasso la campionessa nazionale dell’az. agr. Maso Stivo, Trento. Il progetto LATTeco per il futuro degli allevamenti italiani. La premiazione degli allevatori che hanno trascorso ‘Una vita in fiera’.

Anarb, l’Associazione nazionale allevatori bovini della razza Bruna, coniuga ‘presente e futuro’ e un esempio concreto l’ha dimostrato a Bruna2018, la manifestazione organizzata in collaborazione con Veronafiere SpA dal 31 gennaio al 3 febbraio nell’ambito della 113® edizione di Fieragricola (più di 130mila visitatori con oltre 57mila metri quadrati espositivi).

 

Una manifestazione, quella della razza Bruna seguita in diretta streaming su YouTube, che quest’anno ha celebrato l’importante traguardo di cinquant’anni di Mostra nazionale del Libro genealogico.

 

Giudicata da Alessandro Raffaini – ispettore di razza con più di ventanni di esperienza nel settore, componente del gruppo giudici europeo – a Bruna2018 hanno partecipato circa centosessanta soggetti, una sessantina gli espositori provenienti (in ordine di distanza) da Ragusa, Taranto, Bari, Verbania, Novara, Sondrio, Belluno, Lecco, Treviso, Bergamo, Parma, Trento, Brescia, Padova e Vicenza.

 

Uno show degli ottimi risultati della selezione targata Anarb, come ha sottolineato il presidente Anarb Pietro Laterza. “Una manifestazione superlativa, di altissimo livello – ha detto, tra l’altro, il presidente al termine della mostra – con soggetti che hanno evidenziato al meglio le caratteristiche tipiche della razza, come longevità, notevoli produzioni per quantità e qualità, benessere animale, frutto di un lavoro quotidiano di selezione, ma anche di professionalità, impegno e passione da parte degli allevatori”. Laterza ha infine ringraziato Veronafiere per la sempre ottima collaborazione, il numeroso pubblico presente, i giudici, tutti gli allevatori espositori - con uno sguardo particolare a coloro che per direttive sanitarie non hanno potuto partecipare - lo staff Anarb.

 

Di tutto rispetto anche la 13ª Mostra nazionale del Bruna junior club, con concorsi di toelettatura, conduzione e giudizio morfologico.

 

Oltre alla partecipazione all’asta ‘Italian Dairy Sale’, tra le novità di Bruna2018 il ‘Premio per la Biodiversità’ (vedi tutti i risultati riportati in calce) e la 1ª Esposizione del Registro Anagrafico del ceppo Bruna Originaria. Una quindicina i soggetti esposti provenienti da Novara, Bergamo e Sondrio.

 

Se cinquant’anni di storia fieristica segnano il presente dell’Associazione, del futuro degli allevamenti della razza Bruna italiana se ne è parlato durante un incontro che ha visto la presentazione dello stato dei lavori di un nuovo percorso. “Anarb presente e futuro: dai 50 anni di mostra nazionale al progetto LATTeco”, questo il titolo dell’evento organizzato da Anarb durante Bruna2018.

 

LATTeco è l’acronimo del progetto “Le razze bovine da latte per la definizione di modelli selettivi sostenibili” realizzato nell’ambito del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale, Programma sviluppo rurale sulla biodiversità, Sottomisura 10.2. È finanziato dall’Unione europea e in Italia è gestito dal Mipaaf, ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Le parole chiave del progetto, interessanti tanto la selezione animale quanto l’opinione pubblica in generale, sono ‘benessere animale’, ‘salvaguardia della biodiversità’ ‘contenimento dell’impatto ambientale nelle produzioni zootecniche’.

 

L’importanza dell’evento è stata sottolineata dalla presenza dei rappresentanti ministeriali Francesco Bongiovanni e Massimo Benvenuti. In particolare, il dirigente delle Produzioni animali Bongiovanni ha aggiornato i presenti sui rapporti tra Unione europea e Mipaaf e sullo stato dei lavori ministeriali in corso relativi al progetto.

Tra gli atenei che collaborano a LATTeco, a Verona erano presenti i professori universitari di Milano - Alessandro Bagnato – di Padova - Giovanni Bittante e Martino Cassandro – e di Bari - Pasquale De Palo. Tra gli argomenti trattati, rispettivamente: gestione della consanguineità genetica e genomica per salvaguardare la biodiversità; selezionare per il benessere animale: una prospettiva zootecnica ed economica; miglioramento genetico e impatto ambientale; selezionare per la tolleranza agli stress climatici.

 

I lavori sono stati aperti dal presidente dell’Associazione nazionale. Attilio Rossoni, dell’Ufficio Ricerca e Servizi Anarb, ha presentato lo stato di avanzamento del progetto.

 

Il direttore Anarb, Enrico Santus, ha relazionato sui cinquant’anni di mostre nazionali del libro genealogico.

 

L’incontro si è concluso con la premiazione ‘Una Vita in Fiera’ dedicata agli allevatori che hanno contribuito alla storia delle mostre nazionali della razza Bruna italiana.

Il prossimo appuntamento a Verona è per il 2020, con il Confronto europeo della razza Bruna.

 

I campioni della 50ª Mostra del Libro genealogico nazionale razza Bruna italiana

 

- Campionessa nazionale di Bruna2018 è risultata Stiff Nirvana Cloe (Nirvana x Picasso) dell’az. agr. Maso Stivo Ssa, Trento. Campionessa riserva Castelgolaso Alba Chiara (Paul x Jetvin), di Corsini Giuseppe e Francesco, Parma. Menzione d’onore per Top Alpi Vigor Ultima (Vigor x Payoff), della Soc. agr. Semplice Top Alpi, Vicenza.

 

- Miglior mammella Brooking Bookie (Brookings x Donjack) di Pedrini Pietro, Sondrio, per i soggetti adulti, e Fiorida America (Fantastic x Brookings) della Soc. agr. La Fiorida, Sondrio, per i soggetti giovani.

- Per le manze, campionessa nazionale Ilaria (Norius x Salvador) di Pedrini Maddalena, Sondrio, sua riserva Jagli Ali (Jagli x Rivaldo) di Lattarulo Leonardo, Bari; menzione d’onore a Marta, una figlia di Vivid, dell’az. agr. agr. Fontana Matteo, Brescia.

- I premi “Bruna dell’anno” e Miglior Produzione per “Latte qualità” sono andati entrambi a Kiba Darla (Pat x Magic) della Soc. agr. Kibafarm dei F.lli Barri, Sondrio.

- Miglior allevatore espositore l’az. Locatelli Guglielmo & C. di Bergamo.

- Attestato di Miglior genetica per Bodengo Siria (Jeronimo-Ch x Padua) dell’az. agr. Bodengo di Quadrio, Sondrio.

- Ancora una volta una grande affermazione della provincia di Sondrio per il “Trofeo dei Presidenti”, riconoscimento che prende in considerazione i diversi risultati conseguiti nella manifestazione. Seconda posizione per l’Associazione di Bergamo-Brescia, terza l’Ara Veneto.

- Novità 2018, il Premio Biodiversità ha evidenziato in ogni categoria il soggetto con minor consanguineità. A livello nazionale è stato vinto da Perla (Harper x Hot) di Bontempi Barbara, Brescia.

 

I risultati della 13ª Mostra nazionale del Bruna junior club

 

- Nei concorsi del Bjc, il titolo di “Giovane d’oro” è stato conquistato da Andrea Silvestri, Sondrio, miglior conduttore senior. Il “Miglior Giudizio Morfologico” è stato espresso da Francesco Lattarulo (Bari). Nella conduzione junior si è distinto Tommaso Defrancesco; per la toelettatura Mattia Covi, entrambi di Trento.

- Campionessa nazionale della 13ª Mostra Bjc è risultata Dec Gloria (Blooming x Rivaldo) di De Cet Modesto (Belluno); sua riserva Albon Blooming Delilah (Blooming x Zaristo) di Bonomi Ennio (Brescia); menzione d’onore Labianca Arrow Ariana (Arrow x Bruk) di Lopane Nicola (Bari).

 

1ª Esposizione Registro Anagrafico Bruna originaria

Tra i migliori soggetti del ceppo Bruna Originaria (OB, Original Braunvieh), si sono classificati Nebbia OB di Marioli Sonia (Sondrio) per i capi adulti e Cerva OB di Carrara Ignazio (Bergamo) per i capi giovani.

 

Premiazione “Una vita in fiera”

Nella graduatoria degli allevamenti tuttora in attività che hanno registrato più presenze nelle mostre nazionali della razza Bruna, il 2 febbraio, nel corso dell’incontro “Anarb presente e futuro: dai 50 anni di mostra nazionale al progetto LATTeco”, sono stati premiati: l’az. agr. Ciappesoni (Lecco) con oltre trenta presenze e duecento capi esposti; Barella Corrado (Parma), più di venticinque presenze e oltre un centinaio i capi portati in mostra. Con oltre venti partecipazioni e più di un centinaio di capi in fiera, le aziende Turnone Domenico (Taranto), Del Curto Farm (Sondrio) e De Cet Modesto (Belluno).

 

Sulla pagina Facebook ‘Anarb’ sono stati pubblicati in diretta tutti i risultati di Bruna2018, seguiti da migliaia di persone; classifiche complete, l’intera galleria fotografica e tutti i dettagli della manifestazione a breve anche su www.anarb.it.

 

Fonte: ANARB

Previous

A FIERAGRICOLA GLI ALLEVATORI CERCANO I ROBOT DI MUNGITURA:...

Next

GRANDE SUCCESSO DELL’ISTITUTO INTERNAZIONALE DI...