09
OTT
2017

Zootecnia

PER LA CENTRALE DEL LATTE D’ITALIA AVVENTURA CINESE CON ALIBABA: IN AGOSTO IMPORT DI LATTE CRESCIUTO DEL 7,4% A VOLUME E 21,4% A VALORE

Verso Fieragricola: il 2 febbraio 2018 in programma il Milk Day, per favorire il dialogo di filiera.

La Centrale del Latte d'Italia e il gruppo Alibaba, colosso dell’e-commerce in Cina, hanno siglato un accordo per portare attraverso Tmall, piattaforma cinese del gruppo fondato nel 1998 da Jack Ma, il latte 100% italiano a lunga conservazione con il marchio Mukki.

 

Si tratta di un’operazione pionieristica per il segmento del latte Made in Italy. Gli spazi sul mercato cinese, peraltro, sono molto ampi. Basti pensare che l'importazione di latte Uht in Cina sono aumentate del 36,5% tra il 2015 e 2016 (fonte: Clal.it).

 

E, sempre secondo le analisi di Clal.it, «dopo cinque mesi di minori acquisti di latte e confezionato, in agosto la Cina ha importato considerevoli quantità della Germania (21.123 tonnellate), dalla Nuova Zelanda (12.055 tonnellate) e dall’Australia (6.116 tonnellate), registrando una crescita del +7,4% volume e del +21,4% a valore».

 

Per Luigi Luzzati, presidente del gruppo Centrale del Latte d’Italia, «la partnership con Alibaba è una grande opportunità per la nostra crescita».

 

Le potenzialità sono immense, dal momento che la piattaforma Tmall vanta un mercato potenziale di 460 milioni di consumatori all’anno.

Sul fronte lattiero caseario, Fieragricola organizzerà a Verona il 2 febbraio prossimo il Milk Day, allo scopo di avviare un dialogo costruttivo all’interno della filiera.

 
Fonte: Fieragricola News

 

Previous

ASSOCARNI E COLDIRETTI INSIEME PER RILANCIARE LA PRODUZIONE...

Next

FIERAGRICOLA DI VERONA SARÀ LA CAPITALE DEL LATTE E DELLA...