27
FEB
2018

Zootecnia

NOCENTINI (AIA): FIERAGRICOLA 2018 MOLTO POSITIVA. VERONA PUÒ DIVENTARE IL POLO DELLA ZOOTECNIA EUROPEA

La 113ª edizione di Fieragricola è stata molto apprezzata da AIA. Ora al lavoro per il 2020.

«La 113ª edizione di Fieragricola è andata molto bene, grazie all’impegno di Veronafiere a investire sulla zootecnia, con un Open internazionale sulla Holstein e con la mostra nazionale della razza Bruna e con la novità, particolarmente seguita, dell’Open della Limousine. È stato un evento molto apprezzato e, credo, potrà svilupparsi ulteriormente a partire dall’edizione 2020».


Il commento è di Roberto Nocentini, presidente Associazione italiana allevatori (Aia), alla luce di una manifestazione che ha confermato il forte legame tra Fieragricola e il mondo allevatoriale. Tanto che, osserva Nocentini, «Fieragricola può diventare il polo della zootecnia europea, anche grazie alla grande biodiversità delle razze italiane, che Aia ha contribuito a portare a Verona».


La zootecnia del futuro guarda alla qualità e alla competitività, seguendo le richieste dei consumatori, «attenti all’etichettatura, all’origine, alla salubrità dei prodotti, ma anche a una loro distintività». La risposta del sistema allevatoriale, secondo Nocentini, dovrà allinearsi, «con servizi in grado di certificare il benessere animale e garantire tracciabilità e rintracciabilità del prodotto».


Le sfide, anche alla luce di un nuovo governo dopo l’appuntamento elettorale del 4 marzo, dovranno per il presidente di Aia andare nella direzione di un «ministero dell’agroalimentare, in grado di valorizzare le filiere specializzate del Made in Italy e di difendere la Politica agricola comune nella fase post 2020»

 

Fonte: Fieragricola News

 

 

Previous

GRANDE SUCCESSO DELL’ISTITUTO INTERNAZIONALE DI...

Next

ANARB PROMOSSA A PIENI VOTI