21
MAR
2018

associazioni

IRRIGANT D'EUROPE, LA LOBBY EUROPEA PER L'IRRIGAZIONE

Lo scopo dell’associazione è mettere l’agricoltura irrigua al centro delle politiche idriche dell’Ue. Oggi rappresenta 7,7 milioni di ettari irrigati.

Lo scopo dell’associazione è mettere l’agricoltura irrigua al centro delle politiche idriche dell’Ue. Oggi rappresenta 7,7 milioni di ettari irrigati.

 

L’associazione Irrigants d’Europe nasceva lo scorso giugno a Santarém, in Portogallo, con l’obiettivo di riunire il settore agricolo irriguo a livello europeo e ripristinare la legittimità del corretto utilizzo delle risorse idriche nell’agricoltura moderna.

 

Fin dalla nascita, questa associazione, creata per dare una voce unica all’agricoltura irrigua davanti alle istituzioni dell’Ue, si ripropone di promuovere una cultura nuova dell’irrigazione come elemento centrale sia per lo sviluppo dell’agricoltura del mediterraneo che come contributo centrale dell’economia circolare.

 

I soci fondatori, Anbi per l’Italia, oltre che le associazioni “sorelle” di Portogallo, Spagna e Francia, si riuniranno domani, 21 marzo, a Bruxelles per presentare alle istituzioni Ue il programma di lavoro della neonata associazione. Per questi paesi, cui si dovrebbero aggiungere a breve anche Grecia, Malta e Cipro, l’irrigazione costituisce un determinante asset produttivo, oltre la considerazione che ha nelle agricolture continentali.

 

Tra gli altri scopi dell’associazione quello di fornire un supporto tecnico ai decisori comunitari e di collaborare con le Professionali agricole dei Paesi coinvolti per condividere preventivamente le scelte di settore e con le Università sui processi di ricerca e innovazione nell’irrigazione e nella gestione delle risorse idriche.

 

In sintesi, si tratta di unirsi per mettere l’agricoltura irrigua al centro delle politiche idriche dell’Ue promuovendo la cooperazione nell’irrigazione, nell’uso e nella gestione dell’acqua nel settore agricolo. Oggi Irrigants d’Europe rappresenta 7,7 milioni di ettari irrigati, pari al 75% della realtà irrigua nel Vecchio Continente.

 

Fonte: terraèvita - Edagricole 

 

Previous

AGRI STARTUP DAY 2018, VA IN SCENA L’INNOVAZIONE...